Advertisement

direttore Filippo Astone

Keep calm and start an Industry 4.0 project: 7 passi fondamentali per partire

Think Big, start small, pensa in grande ma parti piano, dovrebbe essere il mantra di chi voglia cogliere le opportunità offerte dallo step evolutivo che va sotto il nome di Industry 4.0. Ebbene sì, faccio parte di quella scuola di pensiero che non crede alla quarta rivoluzione industriale ma alla naturale evoluzione dell’automazione di fabbrica che, ringraziando il mondo consumer, si permette di sfruttare in ambito manifatturiero tecnologie ormai mature.

Non si farà infatti alcun cenno alle tecnologie abilitanti, semplici attrezzi di una cassetta che nel tempo si è solo arricchita, e lo farà anche in futuro, di strumenti prima non disponibili. il vero tema è invece quello degli obiettivi di business e dei processi, motori del cambiamento.

Premessa: i progetti Industry 4.0 non esistono

Tanto per cominciare e per coerenza con il titolo. Provate a pensare ad un progetto industry 4.0: se la prima cosa che viene in mente è tecnologia siamo già sulla strada sbagliata. I progetti sono di logistica, di produzione, di manutenzione con chiari ed espliciti obiettivi ed indicatori di business, come produttività, rotazione di magazzino, Oee.

1.      Think Big

Assodata la premessa, partiamo! Se vogliamo parlare di rivoluzione facciamolo relativamente agli impatti sul business. Valutiamo come il modello possa cambiare con informazioni prima non disponibili, come sia possibile arricchire il prodotto con servizi aggiuntivi, come passare dal prodotto a servizio. Uber dopotutto è una delle più grandi aziende di mobilità senza possedere un mezzo di trasporto.

Come può migliorare la catena del valore esponendo i processi all’esterno? Che vantaggi posso aver passando da una fabbrica chiusa a una fabbrica aperta e connessa, a monte con i fornitori a valle con i clienti? Data economy è integrare i dati e le informazioni nel modello di business. I dati delle macchine, quelli di processo, o di utilizzo del prodotto hanno sicuramente un valore per qualcuno, se non altro per l’azienda stessa, cerchiamolo, troviamolo. Per pensare in grande non serve la tecnologia, serve un approccio olistico, e creativo, al business.

Prosegue su: 

https://expertise.boschrexroth.it/keep-calm-and-start-an-industry-4-0-project-7-passi-fondamentali-per-partire/

 

*Marino Crippa è head of digital factory Bosch Rexroth

Condividi questo articolo sui Social Network

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Latest from Inside

Go to Top
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
Rimani aggiornato su notizie, eventi, analisi e approfondimenti
dal primo sito italiano dedicato a economia reale,
industria manifatturiera e Industry 4.0
Le tue informazioni non saranno condivise con nessuno soggetto terzo.
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
Rimani aggiornato su notizie, eventi, analisi e approfondimenti
dal primo sito italiano dedicato a economia reale,
industria manifatturiera e Industry 4.0.
Le tue informazioni non saranno condivise con nessuno soggetto terzo.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER