direttore Filippo Astone

Bayer

Energie rinnovabili: da Abb e Ansaldo Energia tecnologia per Terna

Il gestore del sistema di trasmissione italiano utilizzerà una soluzione della multinazionale svizzero-svedese per sottostazioni situate in un’area che ospita diversi parchi eolici

Abb si è aggiudicata un ordine per fornire una soluzione di compensazione sincrona a Terna, il gestore del sistema di trasmissione italiano, per le sottostazioni di Matera e Manfredonia lungo la costa sud-orientale del Paese. La soluzione regolerà rapidamente le condizioni di potenza nella rete di trasmissione generando o assorbendo energia reattiva secondo necessità, regolando la tensione e migliorando il fattore di potenza, assicurando una trasmissione di energia stabile, affidabile e qualitativamente più elevata. Saranno inoltre mantenuti gli standard di sicurezza del sistema.

Nello specifico il consorzio formato da Abb e Ansaldo Energia fornirà a Terna una soluzione tecnologica avanzata con tre compensatori sincroni da 250 MVAR ciascuno, due a Matera e uno a Manfredonia, nonché l’intero impianto elettrico per collegarli alla rete, compresi i sistemi di protezione e controllo e quelli di monitoraggio e diagnostica. Abb fornirà, installerà e commissionerà il pacchetto completo del sistema elettrico per collegare i compensatori sincroni alla rete. Il contratto fa parte di un ordine più ampio assegnato ad Abb in partnership con Ansaldo Energia.

Le problematiche  legate alla messa in rete della  produzione di energia da rinnovabili

Oltre il 17 per cento del consumo finale di energia in Italia era composto lo scorso anno da fonti rinnovabili, e nel settore elettrico le stesse rappresentavano il 34% del totale, quasi il 5% in più rispetto alla media europea. Il Paese ha già superato il suo obiettivo di energia rinnovabile per il 2020, con ogni grande città   in grado di vantare almeno una fonte di energia pulita. Ma l’integrazione di diverse fonti di energie rinnovabile come l’eolica e la solare fotovoltaica e le attività industriali hanno inficiato negativamente l’affidabilità della rete elettrica. L’intrinseca natura intermittente delle fonti rinnovabili, unita alle numerose sfide legate all’infrastruttura elettrica, come per esempio la sua obsolescenza, e un aumento della domanda hanno reso necessario uno sforzo significativo per ridurre i disturbi.  Il compensatore sincrono è progettato per regolare rapidamente i parametri energetici della rete di trasmissione, tenendo sotto controllo le variazioni di energia; generare o assorbire energia reattiva, regolare la tensione e migliorare il fattore energetico.

Condividi questo articolo sui Social Network

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Latest from In breve

Go to Top
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
Rimani aggiornato su notizie, eventi, analisi e approfondimenti
dal primo sito italiano dedicato a economia reale,
industria manifatturiera e Industry 4.0
Le tue informazioni non saranno condivise con nessuno soggetto terzo.
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
Rimani aggiornato su notizie, eventi, analisi e approfondimenti
dal primo sito italiano dedicato a economia reale,
industria manifatturiera e Industry 4.0.
Le tue informazioni non saranno condivise con nessuno soggetto terzo.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER