direttore Filippo Astone

Batterie al litio: da Tesla (con Prysmian) il più grande impianto di stoccaggio al mondo

in In breve/Inside

Il progetto, che sarà realizzato in Australia, è finora il piu’ importante mai realizzato in questo settore delle energie rinnovabili. L’azienda guidata da Valerio Battista parteciperà come fornitore dei cavi che traporteranno l’ energia dal  parco eolico  connesso

Nel tentativo di risolvere i problemi energetici dello Stato, l’ Australia meridionale ha aperto le porte agli stabilimenti di Elon Musk per costruire il più grande impianto di stoccaggio al mondo di batterie al litio. L’accordo con la società del miliardario americano è l’elemento chiave di un piano di investimenti energetici che prevede da parte del del governo locale uno stanziamento di 550 incentrato sulle energie rinnovabili. Tesla, di concerto con la società francese Neoen edificherà l’ impianto di stoccaggio di batterie a ioni di litio della potenza di 129 MW. Il tutto, se Musk rispetterà l’impegno preso personalmente, sarà completato a tempo di record: progetto prevede che la costruzione venga ultimata entro 100 giorni dall’inizio dei lavori.

 

Lo stabilimento, che sarà situato a Jamestown, sarà adiacente alle 99 turbine Neoen del parco eolico Hornsdale, e sarà collegato alla rete di trasmissione AC dell’Australia meridionale. Avrà due funzioni: lo stoccaggio dell’energia rinnovabile non consumata e il rilascio dell’energia durante i picchi di domanda. L’obbiettivo è aumentare così l’affidabilità della fornitura di energia da parte dello Stato, fungendo da riserva di breve termine durante periodi di crisi. Un altro effetto auspicato sarà per i consumatori dello stato australiano la diminuzione del prezzo dell’energia.

Prysmian Australia partecipa a questo progetto innovativo, fornendo la qualità dei propri cavi al parco eolico Hornsdale attraverso la società CPP (Consolidated Power Projects), che è l’appaltatore responsabile dell’istallazione, test e commissione del sistema reticolato a 33 kV. L’impegno per il progetto Hornsdale Wind Farm consiste in 69 km di cavi single-core e multi-core da 33 kV. I cavi di media tensione si avvalgono della tecnologia avanzata “Termitex®” di Prysmian per la protezione contro le termiti. «La joint venture Tesla / Neoen trasformerà l’Australia meridionale in leader mondiale nel settore delle energie rinnovabili e i nostri cavi contribuiranno a questa realizzazione»ha dichiarato Frederick Persson, CEO di Prysmian Australia.

Condividi questo articolo sui Social Network

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from In breve

Go to Top
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
Rimani aggiornato su notizie, eventi, analisi e approfondimenti
dal primo sito italiano dedicato a economia reale,
industria manifatturiera e Industry 4.0
Le tue informazioni non saranno condivise con nessuno soggetto terzo.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER