direttore Filippo Astone

1/Berlino: i Giovani Imprenditori di Confindustria al G20 YEA Summit

in In breve/Inside

di Francesca Morandi ♦ « Sono seduto in aereo e vorrei ringraziarvi per questa bellissima avventura, un’energia eccezionale con compagni di viaggio straordinari. Grazie per il lavoro svolto, la passione profusa e l’inesauribile voglia di spingere sempre più in alto una delegazione già grande» Queste le parole più usate per commentare il Summit che si è svolto a Berlino gli scorsi 15 e 16 giugno.

Industria Italiana pubblica  il primo di una serie di contributi  che i Giovani Imprenditori di Confindustria, presenti al G20 Young Entrepreneurs’ Alliance (G20YEA) di Berlino, hanno deciso di consegnare in esclusiva ai lettori. L’autrice, Francesca Morandi, lavora nel business di famiglia, dove l’acciaio e il desiderio di innovazione sono il faro guida. Morandi Group Srl riunisce aziende operanti nel settore siderurgico: dalla distribuzione di prodotti per le costruzioni (Morandi Spa), alla community dedicata al giornalismo e studi di settore (Siderweb), alla Fiera leader nel Sud Europa degli operatori della filiera siderurgica (Made in Steel).

40 i giovani imprenditori selezionati a prendere parte della Delegazione italiana di Confindustria. Provenienti da diversi Capoluoghi italiani e rappresentativi di molti settori dell’industria e del Made in Italy. 400 i Giovani Imprenditori che da tutto il mondo hanno partecipato ai lavori del Summit, che viene organizzato annualmente dall’Alleanza G20 Young Entrepreneurs. 4 le giornate cariche di appuntamenti che hanno avuto, per la Delegazione Italiana, un duplice valore.

Da un lato, hanno rappresentato un momento di networking e di condivisione a livello internazionale: incontrarsi con i giovani imprenditori provenienti dai Paesi industrializzati del mondo ha costituito senz’altro un’esperienza ricca di stimoli e di respiro internazionale. Inoltre, il Summit è stato un momento formativo e di apprendimento: titolo del Vertice era “Digital Trends for Future Business” e sono state approfondite quattro delle leve tecnologiche che più di altre stanno rivoluzionando il nostro modo di vivere e di fare impresa: realtà aumentata, big data, piattaforme digitali e IoT. A supportare il confronto, due knowledge partner di rilievo, Accenture e EY, che hanno analizzato questa rivoluzione digitale in atto con una ricerca sull’intelligenza artificiale e sul ruolo della politica per la crescita dell’imprenditorialità digitale.

 

Il Ministro dell’Economia Tedesco Brigitte Zypries al G20YEA

Gli interventi in sala sono stati di impatto: il Ministro dell’Economia Tedesco Brigitte Zypries, ha parlato di digitalizzazione come leva e opportunità, di sviluppo sostenibile tramite valori quali l’attenzione al pianeta, la globalizzazione e l’apertura dei mercati. Muoverci verso mercati più aperti con il privilegio – ha sottolineato a sua volta  il Primo Ministro Canadese, Justin Trudeau in video messaggio – di «poter beneficiare come giovani di un mondo interconnesso e quindi di poter coinvolgere idee, generazioni e Paesi diversi per trovare insieme nuove soluzioni».

Insieme è stata la parola chiave ricorrente: è necessario fare sistema, valorizzando il network, perché solo dalle sinergie può nascere innovazione e noi come giovani abbiamo un ruolo di primo piano in questo. Consci anche di quelle ombre rappresentate dal fenomeno digitale, come il processo di “infobesity” ben descritto dal futurologo Matthias Horx dove menti curiose divorano e ricercano troppe informazioni.

 

 

IMG_0342
L’ambasciatore italiano a Berlino, Pietro Benassi (al centro) , con il Presidente della Delegazione italiana Nicola Altobelli, Vicepresidente Giovani di Confindustria, e Francesca Morandi, autrice di questo articolo

 

Tra gli appuntamenti di Berlino della Delegazione, anche la partecipazione all’evento «Smau Italy Restarts Up In Berlin»promosso dall’ICE e Smau, e l’incontro con l’Ambasciatore Italiano presso la Germania Pietro Benassi, a cui il Presidente della Delegazione Nicola Altobelli e la Sherpa Francesca Morandi hanno presentato il Final Communiqué del Summit, descrivendo le tre priorità di intervento richieste al Governo relative a Capitale Umano, Sistema Fiscale e Mobilità Internazionale.

 

Ci piace pensare che questa quattro giorni di network abbia stimolato non solo visioni e confronti nuovi, ma sia stata anche un catalizzatore di energia e contaminazione, in un Gruppo affiatato che, a casa e nelle proprie aziende, porterà non solo frammenti di innovazione, ma anche ricordi di quelle giornate che, seduti in aereo, non possono che farci sorridere. E farci guardare al futuro con progetti nuovi.

 

Condividi questo articolo sui Social Network

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from In breve

Go to Top
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
Rimani aggiornato su notizie, eventi, analisi e approfondimenti
dal primo sito italiano dedicato a economia reale,
industria manifatturiera e Industry 4.0
Le tue informazioni non saranno condivise con nessuno soggetto terzo.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER